Contest

CQBBI CONTEST BANDE BASSE 2016 REGOLA 10 10

bande basse

CQBBI CONTEST BANDE BASSE 2016
REGOLA 10 10 SU 160 METRI
Il CQBBI Contest Bande Basse ha una curiosa regola per la banda dei 160 metri. Vale per tutte le categorie e per entrambi i modi CW e SSB.
Vediamo il regolamento ufficiale del 2016 come la tratta.
Il punto c) della regola “Limitazioni”, evidenziato in giallo, è quotato direttamente dal sito del “Mediterraneo DX Club”, il sito ufficiale del CQBBI Contest Bande Basse, dice:

c) 160 metri, regola dei 10 10: SOLO per questa banda, ogni partecipante, indipendentemente dalla categoria di partecipazione, e dal modo di emissione è tenuto ad osservare una pausa di almeno 10 minuti ogni 10 minuti massimi di operazioni. Esempio: se effettuo il primo qso in 160 alle ore 18.33; potrò loggare qso al massimo sino alle 18.43; potrò quindi riprendere ad effettuare collegamenti in 160 non prima delle 18.53 e così via. Durante i periodi di pausa obbligatoria in 160 possono essere effettuati liberamente qso sulle altre bande: NON è possibile in 160 alternare 10 minuti di fonia a 10 minuti di telegrafia. La pausa in banda 160 DEVE essere effettiva indipendentemente dal modo di emissione.
La “sessione” dei 10 minuti si considera conclusa ( e quindi non si possono più fare QSO in 160m ):
 dopo 10 minuti dal primo QSO ( solo se non ci sono stati cambi banda )
 al primo QSO su un’altra banda, anche se sono trascorsi meno di 10 minuti dal primo QSO in 160

In altra parte del sito, invece, troviamo un approfondimento che serve motivare la regola. Anche questo brano, evidenziato in giallo, è quotato direttamente dal sito del CQBBI Contest Bande Basse:

La regola dei 10-10, circoscritta alla sola banda dei 160M, nasce dal fatto che in Italia, al momento, la banda dei 160M è – obbiettivamente – troppo stretta per “ospitare” più di cento stazioni italiane ”in una sola volta”. Lo scopo della regola dei 10-10 è “semplicemente” quello di decongestionare la banda, niente di più, niente di meno, rendendola così meno caotica, meno affollata e quindi, secondo il nostro pensiero, più godibile e lavorabile. Topbanders: stringiamo i denti; sicuri che ci divertiremo nonostante queste piccole limitazioni. Sperando che già dalle prossime edizioni si possa “stare più larghi”… visto che proprio in questo periodo sono in corso alcuni dibattiti, per provare a definire l’allagamento di banda dei 160M in Italia.

“Decongestionarla”, “Renderla meno caotica”, “Stare più larghi”, sembrano essere le motivazioni esplicite degli organizzatori. “Non sconfinare in attesa dell’allargamento di banda” si potrebbe leggere fra le righe.
Ebbene, la regola funziona? Rende la banda “Più godibile”? “Più lavorabile”?
I “Topbanders” non serve “Stringano i denti”. Possono rilassarsi fra uno *slot di dieci minuti e l’altro specialmente se scelgono la categoria singola banda 160 metri.
Fortunatamente pochi si sono rilassati. La partecipazione in questa categoria è stata scarsa anche quest’anno. Nonostante il contest ha confermato tenuta nella partecipazione generale.
I contesters sono gente che non vuole rilassarsi. Sono gente che non amano le bande poco affollate. Gradiscono le bande congestionate.
I contesters e i contest sono fatti apposta per popolare le bande renderle caotiche e nel caos dei segnali ricercare l’essenza della competizione rispettando le regole di comportamento sportive e del contest.
Lasciamo agli operatori la decisione nella scelta della strategia secondo la loro preparazione, la loro capacità operativa, la loro mentalità e la loro onestà intellettuale. I condizionamenti non sempre ottengono i risultati desiderati.
Nelle circa cinque ore in cui ho partecipato, sabato sera, con 100 watts e dipolo mezz’onda, ho trovato la banda alquanto strana. Poco affollata. Operatività deprimente. Non mi è piaciuta.
Nota positiva. Ottima amministrazione della regola da parte del programma gestione contest QARTest. Nonostante questo, sono riuscito a fare QSO fuori dagli *slot permessi.
Ho voluto controllare gli spot del Reverse Beacon. Nel periodo che sono stato in radio, ci sono stati venti sconfinamenti, fra 1820 khz e 1830 khz, di stazioni CW che facevano contest. In SSB ho ascoltato solo due sconfinamenti oltre 1850 khz.
Queste considerazioni sarebbero inutili se potessimo utilizzare la bande come da disposizioni ITU. La nostra Amministrazione non sembra ancora disposta a togliere le restrizioni. Ma dobbiamo pensare positivamente per il futuro.
Fiorino/i3fdz

*Slot = spazio di tempo

Leave Your Comment

Your Name*
Your Webpage

Your Comment*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>